Home News Designer martinese premiato al WOLDA

Designer martinese premiato al WOLDA

Un designer di Martina Franca sul tetto del mondo. Giordano Santoro, titolare dello studio Drusticamente, specializzato in branding, è risultato vincitore di due premi al Wolda – Worldwide Logo Design Award, prestigiosa competizione mondiale che premia la progettazione del brand design. All’undicesima edizione, i cui risultati saranno resi pubblici solo a gennaio, hanno partecipato da ben trenta nazioni.

Sono stati premiati i loghi per il Gruppo Cosal, general contractor con sede a Bari, che ha ricevuto il Silver Award, e il logo di Makeba, growshop di Martina Franca, che ha ricevuto il premio eccellenza, entrambi nella categoria Logo Europe.

«Un brand per me è valore, percezione e coerenza. Su questo è basato lo studio da cui poi sviluppo il logo che identifica il brand» spiega Giordano Santoro, che ha prestato gratuitamente la sua professionalità alla realizzazione della parte creativa del protocollo di valorizzazione per il made in Italy recentemente sottoscritto a Martina Franca. «Il mio studio è specializzato nella brand identity. Abbiamo sviluppato un modo di lavorare che fondato su tre step: valore, percezione e coerenza. Per noi è importante che un marchio, prima di essere qualcosa di percepito con la vista, sia fondato su una parte sensoriale e valoriale. Sono solide basi sulle quali poi è possibile costruire l’identità».

Tutto parte dal valore: «È il punto di partenza, la base di qualsiasi approccio alla comunicazione. Il nostro metodo di indagine circoscrive il valore attraverso l’individuazione dei punti di forza del client, fino a definirne la personalità. Lo sviluppo visivo comporta la resa nella realtà di questi valori, al fine di renderli tangibili».

La coerenza quindi è la capacità di esprimere gli stessi valori a seconda dei media che si usano: «Trasmettere una percezione unitaria del brand significa inevitabilmente trasmettere una forte personalità». Santoro declina questi principi leggendo per noi il brand design di Cosal: «Abbiamo lavorato su tre aspetti chiave del business del Gruppo Cosal: solidità espressa da una visione aperta e attenta alle esigenze dei clienti. Quindi la pianificazione e l’attenzione ai dettagli e infine lo spazio concepito come identità, pronto ad accogliere». Il logo quindi doveva essere: «Flessibile e doveva fare riferimento alla mutazione degli spazi, ad esempio gli appartamenti, basata sulla ricerca della migliore funzionalità, identificata in fase di progettazione».